06 nov 2009

sito


Posizionamento in prima pagina sui motori di ricerca.

1 commento:

  1. Tutto "questo" esige un mio commento,nonostante il mio "OTTIMO" rapporto con la tecnologia(ALI-PECURI,ALI-PECURI!!). Quasi ogni piatto,qui illustrato dalla cuoca Patrizia è stato dal mio palato ampiamente gustato,ma per condividere le mie valutazioni voglio raccontare un aneddoto. In una delle mie visite nella sua residenza estiva a Trabia,Patrizia pensò bene di allestire un pranzo veloce e fugace,per poterci concedere un ulteriore bagno in piscina pomeridiano:spaghetti con salsa di pomodoro fresco e melenzane fritte sopra,insalata di riso,verdure grigliate e ...dulcis in fundo...caponata(un'insalatiera capienza per 10 persone)Per molti piatti il commento dei nostri figli fu il seguente: G+G=Aglià! C+M=Per noi solo la pasta! D=io assaggio ma la caponata non mi piace. E meno male altrimenti l'avrebbe mangiata tutta! Potevamo dopo tanto lavoro lasciare integra uell'enorme insalatiera di caponata?!Dopotutto non c'era nemmeno posto in frigo e col calod,si sa,queste pietanze vanno a male! Non restava che sacrificarci,quantomeno per ridurne le dimensioni.Ma la caponata se non l'accompagni con un croccante quesrtino t'inchiumma..allora ulteriore sforzo per il quartino(uno ciascuno). Tra gli sguardi schifati o meglio indignati dei nostri figli ci SBUTRIAMMO quasi tutta la caponata.Mentre ne parlo sbavo per il piacere che provo solo a ricordare! Risultato=bagno in piscina?Lasciammo agli altri questo piacere,d'altronde l'altruismo è una dote che ci accomuna. Anche perchè nulla riuscì a camuffare le nostre pance da sala travaglio. Concludo con una grande affermazione del filosofo Foyerback:"Noi siamo ciò che mangiamo!" E allora mia cara Patrizia,noi che siamo? Urge un altro pasto per scoprirlo! Mariella B.

    RispondiElimina